Pistoia si trova nel cuore della Toscana a pochissima distanza dalle mete turistiche di Firenze, Pisa, Siena, Lucca.
Pistoia, oltre ad essere una delle più belle città d’arte della regione è anche la terra dove si trovano i prestigiosi centri termali di Montecatini e Monsummano, il comprensorio sciistico più importante dell’Appennino centrale e dove ha casa il burattino protagonista della fiaba universale di Carlo Collodi: Pinocchio. Queste località sono facilmente raggiungibili da qualsiasi parte d’Italia, in treno, automobile e, via aereo, da tutta Europa e il resto del mondo. Gli aeroporti più vicini sono a Firenze, Pisa e anche Bologna.
Pistoia è considerata la capitale europea del verde per la rilevante attività vivaistica. Una serie di produzioni, dai piatti musicali ai raffinati ricami destinati alla biancheria per la casa, la distinguono per unicità e altissima qualità artigianale.
Meta di vacanza originale è capace di offrire una vasta offerta ricettiva, una gamma completa di proposte turistiche e, soprattutto, l’esperienza di una Toscana autentica.
Abbiamo scelto le prime 10 cose che dovreste non perdervi per nessun motivo. Ne scoprirete altre mille… Vi aspettiamo!

1 – Il centro di Pistoia
Pistoia è uno scrigno di tesori d’arte. Il centro offre la possibilità di addentrarsi in un percorso ricco di chiese e monumenti che vanno dal Medioevo in avanti e che ruotano intorno ad una piazza del Duomo tra le più affascinanti d’Italia. Non mancate il salotto dei pistoiesi: la «Sala», lo shopping di qualità nelle botteghe storiche, una sosta golosa nei ristorantini tipici.

2 – Pinocchio
Pistoia è la terra del burattino più famoso del mondo. A Collodi c’è un grande spazio per sognare: il Parco di Pinocchio. Corredato da aree attrezzate, è aperto al pubblico tutti i giorni dell’anno dalle ore 8,30 al tramonto. Nelle vicinanze potrete ammirare il Giardino di Villa Garzoni, una delle creazioni barocche più belle d’Italia e la fantastica Casa delle Farfalle.

3 – Sciare all’Abetone
La montagna pistoiese è un vero paradiso per gli amanti degli sport invernali. Il cuore del comprensorio è l’Abetone.  Con la Val di Luce e Doganaccia si articola per più di 50 km complessivi di piste, oltre 20 impianti di risalita totalmente rinnovati e con possibilità di biglietto unico, rifugi attrezzati, diversi campi di pratica. Innevamento programmato e piste rimodellate sono garanzia di sicurezza sulla neve. Piste da fondo, tracciati per le ciaspole e strutture ricettive diversificate per tipologia e livello completano l’offerta. Numerosi ogni anno gli eventi agonistici, tra cui la Coppa Europa femminile, gare FISI e Master e  anche il Pinocchio sugli sci, il «Mondiale» dei piccoli sciatori in programma nel mese di marzo.

4 – Le Terme
Montecatini Terme e Monsummano Terme sono due centri termali di fama internazionale. Il primo tradizionalmente volto alla cura idropinica (ovvero la bibita), il secondo caratterizzato dalla presenza del fenomeno delle grotte naturali.  Entrambi sono luogo di rigenerazione, benessere, bellezza.
E’ possibile effettuare visite mediche, terapie fisiche riabilitative, fanghi, bagni ozonizzanti, cure inalatorie e molto altro (anche in convenzione con il SSN).
Per la «remise en forme» sono previsti programmi antiâge, massaggi, saune, trattamenti estetici e una gamma personalizzata di soluzioni innovative nel campo del benessere. L’atmosfera rilassata, la presenza di vasti parchi, le innumerevoli opportunità di svago e la possibilità di visitare a poca distanza i maggiori centri d’arte della Toscana fanno della vacanza termale una scelta vincente.

5 – Sport e Natura
La montagna pistoiese offre l’ambiente ideale dove praticare l’attività sportiva preferita, immersi in uno scenario naturale salubre e tranquillo. Durante la primavera e l’estate è la meta ideale per il trekking, mountain bike, equitazione, parapendio, e le discipline più originali come il Down Hill. Le Riserve Naturali di Abetone, Campolino, Pian degli Ontani e di Acquerino, sul versante in direzione di Bologna, offrono un paesaggio caratterizzato da estese foreste perfetto per chi mette la natura al primo posto. La ormai famosa ultramarathon Pistoia-Abetone, l’ultima domenica di giugno, è solo una delle innumerevoli manifestazioni che trasformano la montagna in una vacanza energizzante.
Le colline del Montalbano fino a Vinci e la montagna pesciatina – conosciuta anche come Svizzera Pesciatina – sono davvero interessanti per fare trekking immersi in un paesaggio toscano punteggiato da borghi, pievi e ville.
Gli ecologisti convinti, amanti di fotografia naturalistica e birdwatching non perdano l’occasione in primavera di visitare la Riserva Naturale del Padule di Fucecchio.
I giocatori di golf, infine, dovrebbero provare l’eccellente green del Campo di Golf 18 buche «La Pievaccia» a Monsummano Terme circondati da colline da cartolina.

6 – Accoglienza da Re
Vi aspettano oltre 600 esercizi ricettivi. La maggior parte degli hotel, di tutti i livelli e tipologia, si trovano nella città di Montecatini per un totale di circa 15.000 posti letto. Ottima scelta anche nel centro storico di Pistoia come vaste le possibilità fra agriturismo, B&B, case vacanza, residence e campeggi immersi nella magia della montagna, delle colline e dei borghi medioevali.

7 – Viaggiare per affari
Territorio ideale per convegni, convention, congressi, incontri d’affari. Dalla città termale di Montecatini, a Pistoia  troverete  spazi disponibili tali da soddisfare ogni esigenza, dal più riservato incontro, al congresso di grandi dimensioni, da 20 fino a 5500 persone. E tutto a pochi chilometri dalle più note mete della Toscana, come Firenze, Lucca e Pisa.

8 – Capitale del Verde
Armonia e tecnica. L’armonia dei giardini e delle ville storiche sparse un pò ovunque e la tecnica dei maestri del verde nei vivai pistoiesi. Combinazione vincente da sperimentare.
Solo a Pistoia.

9 – Sapori pistoiesi
Cucina toscana fatta di sapori genuini. Determinante la pratica artigianale dei cuochi, pasticceri e ristoratori locali. I prodotti dell’arte pasticcera hanno un posto privilegiato: celebre è il cioccolato artigianale, speciali i confetti «a riccio», la cui origine risale addirittura al Medioevo. Da non perdere Brigidini di Lamporecchio e le Cialde di Montecatini.
Sulla Montagna pistoiese conviene assaggiare grappe, liquori, miele, marmellate e confetture di prodotti del bosco e i piatti a base di farina di castagne. Alcune aziende artigiane locali producono, in via esclusiva, il pecorino a latte crudo, da accompagnare con il pane cotto a legna. Ottimi sono il delicato l’olio e il vino Chianti del Montalbano. Sulla montagna pesciatina segnaliamo un prodotto eccezionale: il Fagiolo di Sorana I.G.P. – presidio Slow Food.

10 – Grandi Eventi
Musica. A luglio, nella fantastica piazza del Duomo di Pistoia, il Festival Blues con le star della musica pop.
In estate sull’Appennino Pistoiese il meglio della musica popolare internazionale con il Festival Itinerari Musicali/Sentieri Acustici. Tutto l’anno prestigiose rassegne di musica classica a Pistoia città e nei saloni delle terme monumentali di Montecatini. Per gli appassionati di musica sacra il ciclo «Vespri d’Organo» a cura dell’Accademia Nazionale di Musica per Organo.
Folklore. Il 25 luglio, a Pistoia, il torneo medievale in costume Giostra dell’Orso. A settembre, a Pescia, il Palio dei Rioni.
Tradizioni. Innumerevoli le manifestazioni dedicate ai prodotti gastronomici locali. Il calendario completo lo troverete presso gli Uffici di Informazione e Assistenza Turistica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *