Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
Date(s) - 30/06/2019
10:00 - 12:00

Luogo
Centro di Ricerca, Documentazione e Promozione del Padule di Fucecchio

Categorie


Visita a tema nell’area naturale protetta di Arnovecchio.

Il Centro RDP Padule di Fucecchio, che gestisce l’area naturale protetta di Arnovecchio per conto del Comune di Empoli, organizza in collaborazione con Legambiente Empolese Valdelsa una visita guidata alla scoperta di questo gioiello naturale a due passi dalla città.

La visita sarà incentrata soprattutto sullo Svasso maggiore ed il Tuffetto, due uccelli tuffatori che frequentano le acque del laghetto di Arnovecchio: proprio in questo periodo entrambe le specie stanno allevando i pulcini.
Quando sono ancora piccoli, lo Svasso maggiore li porta sul dorso, offrendo l’incredibile spettacolo di una barchetta di penne e piume con quattro o cinque passeggeri che sporgono solo le testoline in attesa dell’imbeccata.
Sarà anche l’occasione per osservare le farfalle multicolori che volano sul prato alla ricerca del nettare dei fiori o delle piante nutrici per i bruchi: le bianche Cavolaie, le gialle Cedronelle, le sgargianti Vanesse, Macaoni e Podaliri.

Consigliati scarponcini da trekking, binocolo e repellente per le zanzare.

La visita è gratuita ma per questioni organizzative è gradita la prenotazione presso il Centro R.D.P. Padule di Fucecchio: tel. 0573/84540, email fucecchio@zoneumidetoscane.it

L’area di Arnovecchio, collocata in un paleomeandro dell’Arno rettificato nel corso del XVI secolo, fu interessata in tempi più recenti da attività estrattive per la produzione di ghiaia, durate circa quarant’anni, che portarono alla formazione di alcuni bacini lacustri.
Attualmente è caratterizzata da un mosaico di ambienti diversi che, sebbene di origine artificiale, con il progressivo abbandono delle attività produttive sono andati incontro a processi spontanei di naturalizzazione; le cave in particolare sono state colonizzate da numerose specie faunistiche e floristiche.
Nella parte di proprietà comunale (ex Cava Pierucci) è stato realizzato un sentiero natura dotato di strutture che facilitano l’osservazione di piante ed animali selvatici e concepito per una completa accessibilità anche da parte di persone con difficoltà motorie o non vedenti: oltre a quattro osservatori della fauna ci sono infatti cartelli illustrativi e pannelli tattili con ambienti, piante ed animali in rilievo e testi in alfabeto braille.

Nell’immagine: Svasso maggiore (foto Enrico Zarri).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.