Dal campo adibito ad area di sosta nei pressi di Lambure si risale al curvone (1° tornante) e si riprende la strada statale “mammianese-marlianese”
n. 633 in direzione di Piteglio. Superata la borgata di Migliorini, dopo poche centinaia di metri si devia a destra e si raggiunge il paese di Piteglio. Nei pressi delle scuole si scende in fondo alla valle e si risale circa 6 km fino a Casa di Monte percorrendo una tranquilla e ombreggiata strada asfaltata. Da Casa di Monte si affronta una breve salita per poi scendere al bivio con la strada provinciale n. 34 che si collega con Pescia. Si piega a destra e in pochi chilometri si scende dapprima a Crespole e, dopo un chilometro, a Lanciole. Dopo una curva a gomito si comincia a salire in direzione di Pontito. Poco prima di Pontito si volta a destra sulla strada asfaltata che sale sopra il paese.

Superata la chiesa della Madonna delle Grazie, prima delle prese dell’acquedotto, termina la strada asfaltata. Da qui si prosegue sulla strada sterrata che sale con alcuni tornanti per poi divenire pianeggiante fino alla località di Croce a Veglia (m. 906) riconoscibile dalla piccola cappellina. Si prosegue a sinistra lungo la “rossa” strada di crinale (ottimo panorama sulla “Svizzera pesciatina”) fino al bivio che scende in direzione di Lucchio. La strada sterrata taglia con molte curve il versante orientale della Penna di Lucchio, un suggestivo rilievo di rocce calcaree a ridosso del castello medievale di Lucchio. Si continua a scendere su strada asfaltata fino al ponte sul torrente Lima nei pressi di Tana a Termini. Si prende la strada statale n. 12 in direzione di levante e si risale al paese di Popiglio (circa 4 km). Dal paese si scende con la mulattiera al ponte di Castruccio (vedi percorso n. 2).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.