Dal piazzale del parcheggio in località “Pianaccina”, sopra il camping, si prende la strada forestale che costeggia la parte terminale della pista da sci denominata “Beatrice” e ci si addentra in una faggeta per un tratto di circa 200 metri fino ad incontrare una sbarra metallica.

Una breve salita su tratto asfaltato e dopo circa 3 chilometri si incontra il rifugio Lippi (Lagacciolo) dove è possibile rifornirsi di acqua ad una fresca sorgente e magari sostare. Il bivio, nei pressi del rifugio, costituisce il punto di ricongiungimento di un itinerario ad anello – pista per lo sci di fondo – che è possibile percorrere in un senso o nell’altro.

Proseguendo a sinistra del bivio, dopo un tratto pianeggiante ed uno in discesa, si comincia a salire fino al caratteristico rifugio in legno “Fonte dei Cecchini” (m 1310). Alla sinistra del rifugio, nei pressi della fontana, un sentiero sale rapidamente sul crinale e raggiunge in poche centinaia di metri la località “Prato Bellincioni” da dove è possibile spaziare con la vista sulle vicine montagne della Penna di Lucchio e del Balzo Nero e sulla vallata del torrente Scesta, dove nidifica l’Aquila reale.

Dal rifugio si sale per un breve tratto per poi scendere di nuovo al rifugio Lippi. Questo itinerario si snoda interamente all’interno di un bosco di faggio tra i più belli della Montagna Pistoiese e con i suoi numerosi saliscendi si presenta come uno dei più adatti da percorrere in mountain bike.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.