AL CONFINE TRA PISTOIA E BOLOGNA: I MONTI DELL’ORSIGNA – LA STORIA

Il Molino di Giamba, la cui costruzione risale al 1820, rimase attivo sino al 1947. Nel 2000 la Cooperativa Val d’Orsigna ha restaurato l’edificio e riattivato la struttura del molino, caratterizzato da due ruote orizzontali (palmenti).È stato così riavviato il tradizionale processo di lavorazione delle castagne, dalla raccolta all’essiccazione nel metato e alla macinatura mediante il molino ad acqua. Accanto al molino, sono stati costruiti, sulla base dei disegni leonardeschi, due ponti in legno autoportanti.

Il metato e il molino dell’Orsigna fanno parte dell'”Itinerario della vita quotidiana” dell’Ecomuseo della Montagna Pistoiese. Sempre in Val d’Orsigna è stata inoltre allestita, con scopi didattici, la “Via del Carbone”, lungo il cui percorso è possibile visitare la capanna del carbonaio (rapazzola) e una carbonaia sezionata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.