Lo storico palazzo fu sede vescovile dall’XI al XVIII secolo e costituisce un’importante testimonianza di architettura civile del Medioevo pistoiese. La sua elegante facciata delimita piazza del Duomo circondata dai cromatismi romanici in bianco e verde della Cattedrale di San Zeno e del Battistero di San Giovanni. I musei ospitati all’interno del Palazzo testimoniano una parte sostanziale della storia e dell’arte della città di Pistoia.

Il Percorso archeologico attrezzato rappresenta la maggiore “banca dati” esistente sulla storia antica e altomedievale della città ed espone materiale ceramico e resti di edifici di epoca romana e altomedievale, oltre a preziosi esemplari di maiolica arcaica.

Il Museo della Cattedrale di San Zeno conserva una ricca raccolta di arredi sacri e paramenti liturgici provenienti dalla Cattedrale di S. Zeno e dalla sacrestia di San Jacopo, come il celebre reliquiario di San Jacopo, realizzato nella bottega fiorentina del Ghiberti nel 1407.

Il Museo Tattile – La città da toccare è un’esposizione permanente ideata e progettata per far conoscere la città anche ai non vedenti. In diverse scale di rappresentazione, sono presenti una mappa tattile del centro storico e i modelli di alcuni edifici monumentali della città (Palazzo Comunale, Basilica della Madonna dell’Umiltà, Cattedarle di San Zeno, Battistero…).

L’edifico accoglie inoltre anche alcune importanti opere di arte moderna fra cui un ciclo di pittura a tempera su muro dell’artista macchiaiolo Giovanni Boldini ed una preziosa Collezione del Seicento fiorentino raccolta nel corso di una vita dal poeta Piero Bigongiari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.