Apprezzato per le sue chiese in stile romanico, i pulpiti medievali, il fregio in terracotta invetriata dell’ex Ospedale del Ceppo e la splendida cornice di piazza del Duomo, sulla quale si affacciano la Cattedrale di San Zeno, il Palazzo Comunale (Palazzo degli Anziani o di Giano) ed Palazzo del tribunale, il centro storico della città di Pistoia racchiude anche preziosi spazi dedicati all’arte moderna e contemporanea.

Una proposta di itinerario fra gli spazi delle istituzioni pubbliche che negli anni si sono confrontati con l’arte moderna e contemporanea:

 

Palazzo Fabroni

via Sant’Andrea, 18

La Delocazione di Claudio Parmiggiani sulle pareti del grande salone centrale nel piano nobile di questo suggestivo palazzo settecentesco (che ospita anche importanti mostre temporanee), introduce la visita nella zona museale permanente del secondo piano con opere di Gianni Ruffi, Roberto Barni, Umberto Buscioni, Luciano Fabro e Fernando Melani.

Visita il sito di Palazzo Fabroni

 

Casa-Studio Fernando Melani

corso Gramsci, 159

La straordinaria Casa-Studio Fernando Melani è un luogo segreto e sorprendente, rimasto intatto così come l’artista lo aveva vissuto: un posto delle meraviglie nel quale le opere da lui stesso chiamate Esperienze sono ammassate in un disordine che fu condizione esistenziale imprescindibile per la creazione artistica.

Maggiori informazioni sul sito

 

Museo Marino Marini

corso Silvano Fedi, 30

Nel complesso monumentale del Tau, un’esposizione di dipinti e sculture che permettono di conoscere nel loro insieme le tematiche affrontate dall’artista pistoiese nel corso degli anni come la figura equestre, la Pomona, il ritratto, i personaggi del circo e del teatro, i celebri cavalli e il Ritratto di Igor Stravinskji. Il museo organizza visite guidate, attività didattiche e laboratori per bambini e gruppi.

Visita il sito della Fondazione Marino Marini

 

Giardino e Padiglione di Emodialisi dell’Ospedale del Ceppo

Il Padiglione di Emodialisi dell’Ospedale del Ceppo nasce nel 2005. Giardino e Padiglione sono strettamente legati e entrambi pensati per ricreare un’atmosfere di rilassatezza in un contesto di “verde terapeutico”. Nel Giardino sono collocate opere site specific come quelle di Robert Morris e Dani Karavan, mentre all’interno si trovano opere di Sol Lewitt, Claudio Parmiggiani, Hidetoshi Nagasawa e Daniel Buren.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.